Veris s.r.l, grazie al supporto di primarie società finanziarie con consolidate esperienze nel settore medicale, è in grado di offrire, a professionisti e aziende, diverse soluzioni con possibilità di personalizzazione: locazioni finanziarie (leasing) e locazioni operative (noleggi), in grado di adattarsi alle specifiche esigenze economiche e/o fiscali della clientela.
Scegliere la soluzione finanziaria più adatta permette di pianificare gli investimenti con maggiore efficacia e consente di mantenere i prodotti sempre aggiornati all’ultima tecnologia presente sul mercato.

Noleggio a Lungo Termine

Potrete sviluppare il Vostro business scegliendo la formula del noleggio a lungo termine che consente di sostituire gli strumenti prima che diventino obsoleti, conservando il capitale e proteggendo il flusso di cassa. Potrete includere in un unico canone tutti i servizi come ad esempio la manutenzione "Full Risk".

Locazione Operativa

La locazione operativa può essere personalizzata a partire dalla durata, dalla tipologia del bene, dai servizi inclusi. Al termine del contratto sarà possibile scegliere più opzioni: rinnovo, restituzione o acquisto del bene usato. Da non dimenticare il vantaggio fiscale, dal momento in cui, questo tipo di soluzione, è deducibile integralmente sia a fini IRES che a fini IRAP, senza limitazioni di durata minima.

Super ammortamento 2020 e credito d’imposta, cosa cambia con Industria 4.0

La Legge di Bilancio 2020, ha provveduto a sostituire in tutto e per tutto il super ammortamento con il cosiddetto credito d’imposta. Si tratterà di una nuova maggiorazione, prevista dal piano Industria 4.0 – Impresa 4.0, secondo quanto previsto dal tavolo Transizione 4.0. Saranno proprio i cosiddetti beni 4.0 a godere del credito d’imposta. Ma quali sono? Si tratta, stando a quanto apprendiamo, di beni materiali e immateriali che siano funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale delle imprese, secondo il modello Industria 4.0.

Super ammortamento 2020, quali beni sono inclusi nel credito d’imposta

Tra questi sono inclusi beni strumentali il cui funzionamento è controllato da sistemi computerizzati e/o gestito tramite opportuni sensori e azionamenti, ma anche sistemi per l’assicurazione della qualità e della sostenibilità.Il modello Industria 4.0 comprende anche dispositivi per l’interazione uomo macchina e per il miglioramento dell’ergonomia e della sicurezza del posto di lavoro in logica 4.0 (come ad esempio le interfacce uomo-macchina intelligenti). Inoltre, tra i beni immateriali vengono annoverati software, sistemi e system integration, piattaforme e applicazioni, purché connessi a investimenti in beni materiali Industria 4.0.

Super ammortamento 2020: le percentuali di maggiorazione previste

Stando alle notizie, la percentuale prevista dal nuovo credito d’imposta è variabile a seconda della tipologia di investimento. Per gli investimenti relativi a beni materiali e immateriali che rientrano in Industria 4.0, in base all’importo dell’investimento la maggiorazione consiste nel 20% o nel 40%. Gli investimenti in servizi e software digitali, invece, prevedono una maggiorazione del 15% del costo, a patto che, come detto in precedenza, siano connessi a beni materiali Industria 4.0; il 6% è invece riservato ad investimenti in beni diversi dai precedenti.

Super ammortamento 2020, quali sono i limiti previsti

Quali sono i limiti al credito d’imposta per il 2020? Per i beni per cui è previsto credito d’imposta pari al 15% del costo di acquisizione esso consiste in 700mila euro; per quelli per cui si prevede credito pari al 20% o al 40%, il limite viene fissato in 2,5 milioni di euro. Infine, per i beni per cui è previsto credito di imposta pari al 6% del costo di acquisizione il limite di costi ammissibili è pari a 2 milioni di euro.

TORNA SU